Abbiamo definito il trading online, capito la differenza tra trading e investing, riepilogato i principali attori del mercato e i principali prodotti finanziari; infine abbiamo chiarito cos’è il book di negoziazione, strumento essenziale per qualsiasi trader.

Infine abbiamo chiarito quali tipologie di trading esistono.

Il trading si svolge soprattutto sui grafici che tracciano il prezzo (quotazione) del prodotto finanziario di riferimento.

Sull’asse delle ascisse è rappresentato il timeframe, definito da ogni barra. Sull’asse delle ordinate il prezzo.

Nel grafico seguente si può vedere sull’asse orizzontale i giorni di marzo che incedono perché come timeframe ho impostato il daily.

Nel grafico seguente si nota che sull’asse orizzontale le singole ore perché ho impostato come timeframe l’orario. Ogni barra, quindi, dura 60 minuti.

Ora, si può notare che ogni barra è diversa. Come mai?

Questa modalità di rappresentazione si chiama a candele, o candlestick. Ogni candela segnala una serie di dati.

I quattro dati fondamentali sono:

  • open: il primo prezzo battuto nella barra attuale;
  • close: l’ultimo prezzo battuto della barra;
  • high: il prezzo massimo raggiunto nella barra;
  • low: il prezzo minimo raggiunto nella barra.

Avremo una candela verde quando la chiusura è maggiore dell’apertura.

La candela rossa, invece, quando la chiusura è minore del close.

Il body è la differenza tra open e close.

Il range è la differenza tra high e low, quindi l’escursione massima del prezzo in una barra.

Di seguito un altro modo di graficare il prezzo. Le informazioni sono sempre quelle (open, close, high, low) ma visualizzati in modo diverso.

L’open viene identificato con una stanghetta a sinistra, la chiusura con la stanghetta a destra.

_

Per ulteriori analisi e approfondimenti, entra nel B-Club!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here